BREAKING NEWS
Home / in evidenza / Finestre a prova di effrazione
Finestre a prova di effrazione

Finestre a prova di effrazione

La prima cosa da prendere in considerazione quando si intende inserire nella propria abitazione dei sistemi efficaci contro le effrazioni è l‘individuazione dei “punti deboli” della propria casa, ovvero capire quali siano i punti in cui c’è maggiore probabilità che il malintenzionato riesca a varcare la soglia.

Questo permette di capire quali siano le aree da proteggere e i migliori sistemi anti-effrazione da adottare in base alle proprie necessità, alle esigenze di protezione e allo stile personale.

Le statistiche riportano che la maggior parte dei ladri entrano negli edifici dalla via secondaria: il 70% delle effrazioni, infatti, avviene tramite la forzatura delle finestre, in particolare quelle che danno sul giardino e sui terrazzi.

Come i portoncini, anche i serramenti sono classificati in base ai livelli di resistenza di riferimento assegnati dalla normativa europea UNI ENV 1627÷30:2000:

  • CLASSE DI RESISTENZA 1: La finestra viene esposta a sollecitazioni tramite carichi statici e dinamici simulando calci, spallate e attacchi senza impiego d’utensili da parte di un ladro occasionale.

disegno 1

 

  • CLASSE DI RESISTENZA 2: La finestra, oltre a subire le sollecitazioni previste per nella Classe di Resistenza 1, viene sottoposta a prove di scasso simulando l’azione di un ladro esperto con i seguenti attrezzi:

disegno 2

 

  • Cacciavite lungo 40 cm
  • Cacciavite addizionale
  • Cunei
  • Pinza
  • Chiave inglese

Quali caratteristiche deve avere una “finestra di sicurezza”?

INFISSI

L’infisso è la parte rigida ancorata nella muratura del vano e gioca un ruolo cruciale nella struttura del serramento. Per essere efficace deve resistere allo scardinamento delle superfici attraverso lo strumento più utilizzato dai ladri, il cosiddetto piede di porco, ovvero una leva di acciaio piegata a zampa utilizzata con lo scopo di sforzare serrature e altre superfici.

Gli infissi possono essere composti da protezioni “invisibili” contro eventuali tentativi di intrusione attraverso un sistema di rinforzi interni in acciaio ripiegati più e più volte e inseriti all’interno dei profili che compongono ante e telai, conferendo stabilità e solidità.

infissi

VETRO

Il vetro rappresenta la parte più consistente della superficie di una finestra e fa sicuramente la differenza nella struttura di un serramento.

Per rendere il serramento ancora più sicuro vengono inserite delle vetrate stratificate realizzate con due o più lastre. Le singole lastre vengono assemblate tra loro mediante pellicole in materiale plastico antisfondamento (PVB)  e antieffrazione.

La certificazione di antisfondamento e antieffrazione viene rilasciata al serramento solamente dopo un test di laboratorio, nel quale viene analizzato il tipo di materiale utilizzato e la modalità di composizione.

Vetro-nuovo

MANIGLIA

Per avere una sicurezza a 360°, un altro componente da non trascurare è la maniglia poiché, se non ancorata in modo corretto al resto della struttura, rischia di non resistere alle varie azioni di intrusione del malintenzionato. Per rendere più difficile l’accesso è opportuno inserire un meccanismo a bottoni o con chiave estraibile che permetta di bloccare la finestra; in tal caso il ladro sarà costretto a trovare altre soluzioni per varcare la soglia

Chi decide di installare questa tipologia di serramenti deve assicurarsi che ogni singolo elemento abbia una stabilità tale da garantire una resistenza adeguata poiché più tempo il ladro ci impiegherà a compiere l’azione di scassinamento maggiori saranno le probabilità che abbandoni la scena o che venga scoperto dai vicini o direttamente dalle forze dell’ordine.

maniglianuova

Maniglia + chiave

SCOPRITE I SERRAMENTI ANTIEFFRAZIONE 

BORTOLETTO SERRAMENTI

Insieme a questi dispositivi anti-effrazione, per avere un controllo completo e ottimizzato del proprio edificio, è consigliabile combinarli con altri sistemi di massima sicurezza antintrusione offerti dal mercato, come un impianto di allarme interno e perimetrale della superficie dell’abitazione, sistemi nebbiogeni e impianti di videosorveglianza.

Comments

comments

About La Redazione

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>