BREAKING NEWS
Home / in evidenza / Finestre fotovoltaiche: il progetto dell’Università di Milano-Bicocca
Finestre fotovoltaiche: il progetto dell’Università di Milano-Bicocca

Finestre fotovoltaiche: il progetto dell’Università di Milano-Bicocca

Le finestre fotovoltaiche sono un’innovazione messa a punto dai ricercatori del Dipartimento di Scienza dei Materiali dell’Università di Milano (Bicocca). Questo prodotto innovativo ha una doppia funzione che lo rende efficiente: se da una parte permette la normale visione dell’ambiente esterno, dall’altra cattura l’energia solare per soddisfare il fabbisogno energetico di un edificio.

Finestre fotovoltaiche: un passo verso il futuro

“Sembrano comuni vetri per finestre, ma c’è il trucco. Sono infatti lastre di plastica con speciali nanoparticelle fluorescenti che catturano e concentrano la luce solare trasformando la finestra in un pannello solare”.

Ed è proprio in questa frase che si concentra l’innovazione delle finestre fotovoltaiche studiate e progettate all’Università di Milano: senza compromettere l’estetica dell’edificio e con un basso impatto ambientale grazie ai materiali eco-friendly utilizzati, queste finestre consentono di catturare la luce solare per produrre energia in modo sostenibile. Una delle strategie più promettenti per la loro produzione è quella dei concentratori solari luminescenti (LSC), lastre di plastica incrementate con materiali otticamente attivi capaci di assorbire una parte della radiazione solare per poi concentrarla sui margini, dove sono installate celle fotovoltaiche tradizionali invisibili a occhio nudo. La novità degli ultimi mesi è stata quella di introdurre il silicio per la composizione dei concentratori solari luminescenti, e questo ha permesso di abbandonare l’eventuale ricorso a materiali potenzialmente tossici (cadmio) e costosi (selenio). Il silicio invece, essendo abbondante in natura e non tossico, è risultato essere idoneo per il tipo di impiego.

Prec1 di 3Succ
Usa i tasti ← → per continuare la lettura

Comments

comments

About La Redazione

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>