BREAKING NEWS
Home / ARREDO / Stile industriale in 5 mosse
Stile industriale in 5 mosse

Stile industriale in 5 mosse

Stai pensando di liberarti del sottotetto? Devi arredare ambienti con mattoni a vista? Vuoi trasformare un vecchio fienile nella casa dei tuoi sogni? Potresti prendere in considerazione lo stile industriale: una soluzione di design originale e minimale per riqualificare e “liberare” le potenzialità degli spazi a tua disposizione.

Bastano poche scelte mirate per convertire ambienti, per struttura, un tempo adibiti ad un utilizzo produttivo o di rimessa, senza stravolgerne la natura e arricchendoli di fascino abitativo: ecco come arredare secondo lo stile industriale in 5 mosse.

 

Punta su materiali e arredamento di recupero

Recupero è la parola chiave per arredare secondo lo stile industriale, a partire dai vecchi mobili e complementi presenti negli ambienti. Salva i più caratteristici, affidati ad un artigiano di fiducia e trasformali in tavoli mobili, sedute, appendiabiti o arredamento da servizio, oggetti funzionali dal design unico.

Per i nuovi acquisti che faranno parte della ristrutturazione, concentrati su proposte con strutture e dettagli capaci di rievocare l’atmosfera industriale che vuoi ottenere: materiali come l’acciaio, il ferro battuto o nichel spazzolato fanno al caso tuo.

“Spoglia” i tuoi ambienti

Il design minimale dello stile industriale non si riflette solo sulle scelte di arredo, ma coinvolge in principio la fisionomia stessa degli ambienti: i mattoni delle vecchie pareti, le antiche travature, il movimento delle tubature e gli impianti a vista non sono più evidenze strutturali da nascondere, ma elementi estetici a tutti gli effetti degli interni da riqualificare e valorizzare.

Libera l’anima dei tuoi ambienti per ricavarne un sapore industriale ancora più autentico.

Superfici lucenti

Texture lucide e colorate in cemento, oltre a donare grande pulizia estetica, amplificheranno ulteriormente lo spazio liberato dall’arredamento minimale e dalla scelta dell’open space. Se desideri riscaldare leggermente l’ambiente, opta per dei listoni di legno grezzo.

Per i piani di appoggio o di servizio invece largo a superfici metalliche, legno recuperato o combinazioni tra pallet, strutture in legno e in metallo, per un risultato davvero originale degno dei grandi magazzini.

 

L’illuminazione diventa protagonista

Gli ambienti da convertire a scopo abitativo sono tendenzialmente contraddistinti da grandi dimensioni, incluso un soffitto molto alto. Ecco perché tutto ciò che rimane “sospeso” contribuisce ad arredare gli spazi stessi.

Se per la zona notte o per lo studio la prima scelta è il soppalco, per l’illuminazione degli ambienti le lampade a sospensione di grandi dimensioni, meglio ancora se ad incandescenza e dal carattere retrò, sono un must per lo stile industriale.

Largo alla luce naturale

Non dimenticare di premiare la nuova vita dei tuoi ambienti con abbondante luce naturale! Se stai convertendo un immobile probabilmente alle pareti troveranno già posto finestre abbondanti, caratterizzate da vetrature e aperture a ribalta o a balaustra.

Mantieni la personalità degli ambienti sostituendo i vecchi infissi con nuove finestre in alluminio o legno-alluminio, capaci di coniugare efficienza termica, colorazioni metalliche/ossidate e geometrie del telaio ridotte al minimo per raccogliere più luce naturale possibile dal foro finestra.

 

Scopri il design di
98 SPACE COMPLANARE

 

Comments

comments

About La Redazione

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>